Le diverse tecniche di talee

Nel tallone, a croce, stelo o occhio..., tutte queste qualificazioni si riferiscono a diverse tecniche di talee. Ecco un riassunto delle possibilità, per permetterti di ritrovarti tra tutti questi tipi di talee.

Le diverse tecniche di talee

In Questo Articolo:

Talee: il principio di talee

Le talee sono un metodo di propagazione vegetativa abbastanza semplice da implementare e che consente di ottenere un piede identico alla pianta madre (che non è necessariamente ottenuto con una piantina).
Il principio di base è il seguente: prendere un organo dalla pianta (di solito un pezzo di stelo) e piantarlo in un substrato adatto, leggero e drenante (leggi: le basi delle talee).
Esistono diverse tecniche ma non si adattano a tutte le piante e tutte le stagioni.

Taglio semplice (di gambo)

I tagli di fusto consistono nel piantare a gambo del gambo, senza foglie alla base e tagliato sotto un nodo.

Quando? Le talee sono classificate in base alla maturità dei tessuti: talee erbacee, semi-auguste (semi-legnose) e auguste (legnose). I primi sono fatti in primavera o all'inizio dell'estate, il secondo alla fine dell'estate e l'ultimo in autunno.

Per quali piante? Le talee semplici sono adatte alla maggior parte delle piante perenni, annuali, arbusti e alberi.

Le talee erbacee si radicano molto facilmente ma sono piuttosto fragili. Questa tecnica è utilizzata per le piante difficili per propagare per talea, semi-rustico, o quelle che vogliamo ottenere un risultato in fretta, come i fiori di biancheria da letto (fucsie, gerani, Impatiens, penstemon, surfinia, verbena-fiori giardini verbena, Verbena di Buenos Aires,...).
Le talee sono ideali per le piante sempreverdi poiché il rischio di disidratazione del sole è passato.

LIre: taglio sul posto

Le talee di radice

il talee sono prese dalle radici giovani e legnosecioè, quelli che possono emettere gemme. Questa tecnica di taglio è semplice e non richiede cure particolari. Non consente, tuttavia, di ottenere molte talee (con il rischio di indebolire la pianta madre) e basta chiedere... di estrarre la pianta!

Per quali piante? Specie perenne con grosse radici carnose (verbasco, papaveri, flox...) e alcuni arbusti succulenti.

Quando? Inverno.

Leggi: Root Cutting

Taglio in acqua

Alcune piante emettono radici molto facilmente quando mettono uno dei loro steli verdi in un bicchiere d'acqua. Il metodo è semplice e divertente, apprezzato dai bambini. Ma il recupero della pianta, una volta piantato, è a volte più difficile che per una talee tradizionale.

Per chi? Piante domestiche, come begonia, dieffenbachia, miseria o filodendro, ma anche oleandri, edera, papiro, salice...

Quando? Primavera / estate.

Le talee delle foglie

Ci sono diversi modi per procedere (foglie incise, foglie tagliate): leggi Foglie da taglio.

Per quali piante? Questa tecnica viene utilizzata su piante con foglie carnose di piante d'appartamento, ma anche su fucsie, portulaca, sedum...

Quando? Tutto l'anno per persistente.

Il taglio nel tallone

Il taglio nel tallone è fatto su a giovane branca della scuola secondaria, che è stata preservata dall'impatto che l'ha unita a un ramo principale dell'anno precedente. Questo tallone così ottenuto corrisponde ad un'area favorevole alla produzione di radici. Ciò aumenta le possibilità di successo dell'operazione, ma la rimozione del tallone può causare danni alla pianta madre.

Per chi? Le piante che "rendono il legno" perenni arbustiva (rosmarino, lavanda...), le rose, arbusti (forsizia, lilla, sambuco...), arrampicata (clematis vite...), conifere (cedro, tasso... leggere: Tagli la conifere) possono beneficiare di questa talee.

Quando? Primavera, fine estate o autunno.

Le talee incrociate

È a variante delle talee con il tacco, con la differenza che si conserva un'intera sezione di circa 1,5 cm del ramo principale (che dà al taglio una forma di piccolo culo).

Per chi? Il metodo è utilizzato principalmente per le piante lenti a mettere radici, steli o cavità midollare, lignina proteggere i tessuti fragili funghi patogeni: crespino, fico, spirea, sambuco, uva...

Quando? Estate, inizio autunno.

Il taglio dell'occhio

Consiste di a piccolo pezzo di ramoscello dell'anno (lungo da 2 a 5 cm) con occhio ascellare (all'ascella di una foglia), quest'ultimo con la possibilità di sviluppare e formare uno stelo. Questa tecnica consente di ottenere diversi tagli sullo stesso gambo, ma lo sviluppo del taglio in pianta è lungo.

Per chi? Essenzialmente Camelia è lento a radicarsi, nonché ortensia, rododendro, viti e rovi (mora).

Quando? Fine estate, inizio autunno.

Il taglio nel piano

Questo è il taglio più veloce da raggiungere: a ramo diritto tagliato ad angolo e piantato direttamente nel terreno.

Per chi? È adatto solo per gli alberi più accomodanti, come il pioppo o il salice.

Quando? Da metà autunno a metà inverno, quando la pianta è vegetativa a riposo.

Leggi anche:

  • Calendario di talee di piante ornamentali
  • Calendario degli arbusti in legno
  • Acqua di salice

Le diverse tecniche di talee: diverse

Talee di salici radicati

Le diverse tecniche di talee: diverse

Talee di rosmarino

Le diverse tecniche di talee: piante

Talee in acqua basilico perenne

Le diverse tecniche di talee: piante

Il successo del taglio delle foglie di saintpaulia

Le diverse tecniche di talee: talee

Talee di Juniperus (tagliate in tacchi)

Le diverse tecniche di talee: pianta

Talee a croce

Le diverse tecniche di talee: diverse

Talee di camelia (ritagli di occhi)

Articoli Correlati Video: Come fare una talea di ortensia, 2 Ladies in giardino.


Articoli Consigliati
  • Zone climatiche e rustiche in Francia

    Zone usda, rusticità, clima: spiegazioni per capire meglio la resistenza al freddo delle piante e delle zone di rusticità in francia.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 1929 +Video
  • La moltiplicazione di iris

    Perché non provare a moltiplicare i tuoi iris?Ulteriormente

    Visualizzazioni: 13578 +Video
  • Tieni i conigli lontani

    Per proteggere le tue piantagioni contro i conigli, semplicemente smaltisci i capelli (chiedi al tuo parrucchiere) in tutte le piantagioni. Quando i conigli vengono ad annusare, saranno ostacolati dai capelli e non toccheranno più le piantagioni.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 14878 +Video
  • Parco zoologico di Parigi

    Inaugurato nel 1934, il parco zoologico di parigi, comunemente chiamato zoo vincennes, è un gioiello, caro al patrimonio parigino.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 14460 +Video
  • Scalogno: semina, cresce e raccoglie

    Suggerimenti per la semina, la crescita e la raccolta dello scalogno. Una lampadina di condimento facile da coltivare; per riscoprire e piantare in giardino.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 9173 +Video
  • Giardini alla carta

    Lesbojardins.com, un nuovo concetto di fornitura di piante, mobili e giardini di giardini à la carte.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 1965 +Video
  • Pulire un massiccio: quali gesti, in quale stagione?

    L'aspetto dei massicci nel corso delle stagioni è dovuto all'attenzione prestata alla pulizia. Lavoro prospettico che non sarà così noioso da farlo regolarmente e al momento giusto. Consigli praticiUlteriormente

    Visualizzazioni: 10125 +Video
  • Amamelide
  • Trapianti estivi: nello scudo
  • Hoplocampus: danno e lotta
  • I consigli su
  • Fiori per uccelli
  • Polvere di roccia per proteggere gli ospiti
  • Un giardino nutriente
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento
La Maggior Parte Degli Articoli Commentati