Appanna le piante d'appartamento

Si dice spesso che le piante da interno debbano essere appannate. È questo il caso di tutte le piante? Perché l'appannamento è benefico? Dovremmo appannarci in estate o in inverno? Quale acqua spruzzare? Quali sono le altre possibilità per aumentare l'umidità dell'aria? Ecco alcune risposte per appannarsi saggiamente.

Appanna le piante d'appartamento

In Questo Articolo:

Perché nebulizzare le piante?

Molte piante coltivate in casa hanno origini tropicali, e quindi apprezzare gli ambienti umidi (umidità situato nel 70% e 90%). Tuttavia, l'atmosfera dei salotti è spesso troppo secca. Come drench (su "indurimento" parti decisamente aeree della pianta in un secchio o catino), acqua spruzzare sulle foglie aumenta transitoriamente umidità intorno alla pianta: questo è il motivo per cui, oltre all'annaffiatura, è spesso consigliabile vaporizzare regolarmente la pianta.
Altri vantaggi di appannamento limita il rischio di acari (acari) e può anche rimuovere quelli che sono già installati sulla pianta; e permette una leggera spolverata delle foglie, sempre benvenute!

In quale stagione è necessaria l'appannamento?

È soprattutto in inverno, quando il riscaldamento funziona, che l'atmosfera degli appartamenti è troppo secca. L'umidità può quindi cadere al 55% o anche il 50%, che è insufficiente per la maggior parte piante, le foglie possono cominciare ad asciugare alle estremità, quindi ingiallire e cadere. In tal caso, siamo spesso tentati di annaffiare di più, pensando che la pianta abbia sete... Errore! Ciò promuove marciume radicale, e l'aria problema troppo secca non è risolto: l'impianto annega piedi, mentre le sue parti aeree asciutto. Il buon riflesso: in inverno, non troppo irrigazione e nebulizzazione del fogliame più volte alla settimana; questa è una ricetta che funziona bene con la maggior parte delle piante.
In estate, come potrebbe essere necessario le piante da spruzzare perché le alte temperature favoriscono evapotraspirazione (le piante perdono più acqua attraverso le foglie). Quindi, in condizioni climatiche calde e secche, devi anche pensare a misting! Questo è proprio fuori, quando il tuo piccolo protetto ha preso il loro estate sul balcone, sulla terrazza o in giardino, ma è anche vero all'interno, dove, naturalmente, le piante sono meno esposti al calore ma dove non godono la freschezza della notte o la rugiada del mattino...
Infine, alcune piante epifite (tra cui orchidee, bromelie e alcune felci, muschio...) prendere l'umidità dall'aria ambiente, e quindi hanno bisogno di nebulizzazione regolare, in qualsiasi stagione.

Quali piante nebulizzano?

La maggior parte delle piante come nebbia, ad eccezione di quelli in foglie pelose o piumoso (saintpaulia per esempio) e alcune piante carnivore con foglie di cera. Begonie e ciclamini non amano avere foglie bagnate; in anthurium e orchidee, fai attenzione a non bagnare i fiori.
Ricorda di bagnare regolarmente:

  • Schefflera
  • Ficus
  • Crotone
  • Azalea (eccetto fiori)
  • asparagi
  • Chlorophytum
  • Calathea
  • Philodendron
  • yucca
  • albero di banane
  • Anthurium (tranne i fiori)
  • La maggior parte delle felci indoor (Asplenium, Nephrolepis...)
  • Bonsai (leggi: manutenzione dei bonsai)
  • Bromelie (Guzmania, Tillandsia, Vriesea, Billbergia, Neoregelia...)
  • Agrumi al coperto (calamondina)
  • Orchidee (evitare i fiori)
  • Alcune piante esotiche da piantine "di casa": avocado, litchi...

Nebulizzazione: in pratica

Quale acqua usare?

E 'imperativo di non usare acqua dura: l'essiccazione, lascia macchie bianche sulle foglie e, infine intasa gli stomi foglia calcare e interferisce con la respirazione. Se nella vostra regione, l'acqua del rubinetto è "duro" (vale a dire, calcare), il più semplice e più economica sta recuperando l'acqua piovana (o neve fusa) se hai l'opportunità.
In caso contrario, acquistare acqua deionizzata (lo stesso che si mette in forse il ferro da stiro a vapore) o acqua molto bassa sorgente minerale (piccolo consiglio per identificare gli scaffali: sono quelli che possono essere utilizzati per la preparazione di biberon, che è indicato sull'etichetta).
Se hai molte piante, l'uso di acqua commerciale può essere rapidamente costoso (e non ecologico): investire in una brocca di filtro può essere una buona soluzione (soprattutto perché questa acqua filtrata può essere usata anche per irrigazione... e come acqua potabile!).

Per vaporizzare, hai bisogno... di un vaporizzatore

Ci sono molti modelli di vaporizzatori (o spruzzatori, nebulizzatori, atomizzatori... così tante parole che designano, più o meno, la stessa cosa): un piccolo tour negli scaffali dell'angolo del giardinaggio ti convincerà. Scegli il modello più semplice e più maneggevole, un piccolo grilletto con una capacità da 0,5 a 1L. Alcuni modelli sono più flessibili ed ergonomici di altri: se si hanno articolazioni sensibili (e / o molte piante da spruzzare), questo criterio è importante.
E per gli incondizionati del recupero, è anche possibile recuperare un vaporizzatore vuoto che ha contenuto una finestra della soluzione di lavaggio (da risciacquare con molta attenzione!).

Leggi anche: Spruzzatore: come scegliere?

Quanto spesso?

Tutto dipende dalle esigenze delle piante, dall'atmosfera, dalla stagione... e dal tempo che hai! I più assidui spruzzeranno una volta al giorno, o più volte (!), Altri offriranno alle loro piante una singola sessione settimanale. Ciò che conta, infine, è la regolarità nello sforzo...

Punta troppo!

L'atmosfera umida non significa substrato fradicio, né atmosfera confinata: l'aerazione deve essere sufficiente, con il rischio di sviluppare malattie crittogamiche (oidio, muffa...). Quindi promuovi la circolazione dell'aria: non stringere eccessivamente le piante l'una contro l'altra e arieggiare la stanza (attenzione però alle correnti d'aria!).

Alternative all'appannamento

Alcuni giurano oscurando, altri lo trovano troppo restrittivo (difficile da spruzzare solo le piante: in pratica, a meno che non si installi una protezione adeguata, spesso bagna terreno, pareti o mobili...) o non molto durevole nel tempo (l'umidificazione dell'aria è solo transitoria).
Oltre all'appannamento, dovrebbero essere considerate altre soluzioni per offrire alle vostre piante un'igrometria soddisfacente:

  • Installare un umidificatore d'aria nella stanza in cui si trovano le piante;
  • Disporre le pentole su un vassoio o una padella poco profonda rivestita con palline di argilla costantemente bagnate nell'acqua (si può anche usare la pozzolana, più difficile da trovare ma garantendo pentole di migliore stabilità... perché le palle rotolano! );
  • Se hai poche piante, o per le piccole piante, opta per la coltivazione di terrari umidi (leggi: piante di terrario);
  • Nella disperazione, installa le tue piante nelle stanze più umide della casa: cucina, bagno ben illuminato.

Leggi anche:

  • Manutenzione di piante epifite
  • Piante da interno fiorite e facili

Appanna le piante d'appartamento: appartamento

Mischiare una miseria

Appanna le piante d'appartamento: foglie

Nebulizzazione di piante verdi

Appanna le piante d'appartamento: piante

Calathea

Appanna le piante d'appartamento: foglie

Macchie di calcare sulle foglie di orchidea

Appanna le piante d'appartamento: piante

spruzzare

Appanna le piante d'appartamento: appanna

Terrario bagnato

Articoli Correlati Video: CONDENSATORE DI UMIDITA' ATMOSFERICA PER USO POTABILE.


Articoli Consigliati
  • Un frutteto biologico

    "organica" qui è un termine che, nel 1960, è stato completamente frainteso, o addirittura, ha combattuto. Già al tempo dei nostri nonni, intorno al 1920, non vi era attenti osservatori che hanno capito che la cultura allora praticata con i fertilizzanti trattata chimicamente per essere rapidamente assimilati e arsenico (poi con d.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 12363 +Video
  • Crea un giardino di piante medicinali

    Creare un giardino semplice, alla maniera dei giardini dei monaci, dove le piante aromatiche e medicinali sono tanto utili quanto decorative, è facile, seguendo i nostri consigli.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 2142 +Video
  • I famosi coltivatori di rose francesi

    La storia della rosa è stata contrassegnata da nomi famosi, appassionate rose gardeners e illuminati appassionati che hanno lavorato per tutta la vita a fare nuove varietà per incantare le nostre strade oggi.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 14020 +Video
  • Bacsac prende i colori

    Bacsac ha pensato a tutti coloro che amano vedere la vita a colori: la sua collezione di contenitori flessibili si arricchisce di nuovi colori. Blu elettrico, rosso brillante o marrone elegante, hai la scelta per la tua prossima piantagione!Ulteriormente

    Visualizzazioni: 72 +Video
  • I benefici dei carciofi

    Il carciofo è una verdura ben nota per il suo cuore tenero e le sue brattee carnose. Ma lo sapevate che le foglie hanno interessanti proprietà medicinali?Ulteriormente

    Visualizzazioni: 12442 +Video
  • Rinvaso di orchidee

    Come tutte le piante che amano e crescono, arriva un momento in cui la pianta si sente angusta nella sua pentola e diventa necessario un rinvio.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 13979 +Video
  • Agastache

    Agastache, un impianto perenne o semina, aromatico o condimento, con notevole fioritura...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 18910 +Video
  • Rododendro yak
  • Per un lilla fiorito...
  • Purin ortiche contro il pidocchio rosa
  • Arachidi in giardino: semina, crescita e raccolta
  • Lamponi: le migliori varietà
  • Rose selvatiche
  • Guanti da giardinaggio
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento
La Maggior Parte Degli Articoli Commentati