Riproduzione, scambio o vendita di semi e piantine: punto legale


Riproduzione, scambio o vendita di semi e piantine: punto legale

In Questo Articolo:

Al momento non è facile scoprire gli obblighi, i diritti e i vincoli relativi a questa pratica. Siamo in piena ratifica dei decreti relativi alla nuova legge sulla biodiversità votata lo scorso luglio.

Serra con piante.

Serra con piante

La legge sulla biodiversità

I dettagli saranno seguiti da vicino sul sito //semonslabiodiversite.com/ estratto del 9/09/2016. Il diritto di scambiare semi o piante che non appartengono a una varietà soggetta a diritti di proprietà industriale è stato finalmente esteso a tutti gli agricoltori.
Per quanto riguarda i semi e le piante non appartenenti alle varietà registrate nel catalogo ufficiale, il diritto di scambiarli e venderli ai giardinieri dilettanti è ora chiaramente sancito dalla legge, anche per le piantine di ortaggi. sfortunatamente questo riconoscimento è limitatoper quanto riguarda le vendite, solo alle associazioni senza scopo di lucro. I contadini e gli artigiani di semi sono esclusi, che è particolarmente dannoso per le piantine di ortaggi commercializzate principalmente dagli orticoltori.
Inoltre, il commercio e le vendite di sementi sono ora tutti soggetti agli stessi obblighi di registrazione, piani di controllo e analisi sanitarie, certamente essenziali per la produzione industriale di massa, ma totalmente inapplicabili dalla stragrande maggioranza dei giardinieri amanti.

Crea incarichi

Un modo per rimanere nella legalità, ma essere in grado di vendere il suo surplus di piantine e semi di contadini sarebbe quello di fare donazione a un'organizzazione senza scopo di lucro chi sarà responsabile per fare affari o donare, ad esempio, per sostenere le nostre fattorie. Sta diventando sempre più interessante partecipare alla creazione di associazioni legge 1901 di supporto, o legate all'attività delle nostre fattorie (educazione, trasmissione, accoglienza...), e che saranno in grado di completare le loro azioni. L'associazione sarà quindi in grado di offrire i servizi della tua fattoria o investire in attrezzature che semplificano la nostra vita quotidiana. In ogni caso, rimane nella nostra visione di una fattoria aperta verso i cittadini, interagendo con i consumatori, creando collegamenti e scambi reciproci.

Questo articolo proviene dal libro

Creare una micro-fattoria: permacoltura e agroecologia

Creare una micro-fattoria: permacoltura e agroecologia
Linda BEDOUET

il testo: Linda Bedouet

Articoli Correlati Video: Soluzioni Locali Per Un Disordine Globale | Coline Serreau.


Articoli Consigliati
  • Aiuta i 10 vincitori del concorso Fermes d'Avenir
  • Come modificare un terreno argilloso con compost?
  • Quanto tempo mantieni il compost?
  • Qual è la luna rossa?
  • Prugna
  • Pianta il bambù nano
  • Revolution, un giardiniere caldo!
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento