Energie rinnovabili: il boom del vento e del fotovoltaico

Le energie rinnovabili, e in particolare l'energia eolica e l'elettricità fotovoltaica, stanno riscuotendo un crescente successo in Francia e in Europa. Individui e imprese lo stanno facendo, e il 2009 è stato un anno particolarmente positivo per queste energie pulite.

Energie rinnovabili: il boom del vento e del fotovoltaico

In Questo Articolo:

Un cruscotto trimestrale pubblicato dal Ministero dello Sviluppo Sostenibile

Turbine eoliche nella Drôme

Da quest'anno, il Ministero dello Sviluppo Sostenibile ha pubblicato un cruscotto trimestrale "eolico-fotovoltaico" per monitorare l'evoluzione di queste due energie rinnovabili, a livello nazionale e regionale. L'ultimo è stato pubblicato a settembre e fa il punto della situazione al 30 giugno 2009. Rivela una forte dinamica di crescita delle energie rinnovabili.

Leggi anche: Energie rinnovabili: dove siamo veramente nel 2018?

Un forte aumento per l'energia eolica in Francia nel 2009

L'energia eolica generata in Francia, sotto forma di elettricità, è aumentata del 36% nella prima metà del 2009, rispetto al primo semestre del 2008. La Francia ha 2.350 turbine eoliche installate in tutto il paese, in particolare nel nord della Francia. Francia (Piccardia e Champagne-Ardenne), il sud-est e il nord-ovest. La quantità di energia generata dal vento da gennaio a giugno 2009 (3,3 Tera Wh o 3300 miliardi di Wh) è equivalente a quella prodotta da 1 milione di tonnellate di carbone in una centrale termica. Nel 2008, grazie all'energia eolica, sono state immesse nell'atmosfera 1,65 milioni di tonnellate di CO2.

Le turbine eoliche plebiscite francesi, compreso il loro comune

Secondo un'indagine condotta nell'autunno del 2006 dall'ADEME (Agenzia francese per la gestione dell'ambiente e dell'energia), il 93% dei francesi è favorevole alle turbine eoliche, a cui sembrano fonti di energia pulita, economico, ecologico e rinnovabile. Un altro sondaggio condotto nel 2007 dall'Istituto LH2 conferma questi risultati, con il 90% dei sostenitori francesi. Potremmo pensare che le turbine eoliche, nel complesso, siamo per... ma non a casa! Non è questo il caso: secondo l'indagine ADEME, l'85% delle persone che vivono nei pressi di un parco eolico ritiene che la presenza di turbine eoliche sia positiva. Il 72% dei francesi preferirebbe anche l'installazione di turbine eoliche sul loro comune, secondo un sondaggio CREDOC del giugno 2009.

Francia piuttosto ben posizionata a livello europeo e globale

A livello europeo e globale, la Francia è il 4° paese dell'UE in termini di produzione di energia eolica (dietro a Germania, Spagna e Italia, seguita dall'Inghilterra) e ai suoi ranghi al 7° posto nel mondo (i primi paesi produttori di energia grazie al vento che è Stati Uniti, Germania, Spagna e Cina).

Impatto sulla fauna selvatica, rumore: argomenti contro

Le turbine eoliche sono molto criticati dagli ecologisti, che danno la colpa loro impatto sulle alcune specie a causa del loro ingombro, ecosistema perturbazione, o la distruzione di pipistrelli e uccelli protetti, soprattutto se il vento è posizionato su un asse di migrazione. Alcuni residenti hanno anche detto che erano rumorosi, ma questo era vero per le strutture di prima generazione. Per diversi anni, il progresso tecnico ha ridotto significativamente l'inquinamento acustico.

Sviluppo esponenziale per l'energia fotovoltaica

Installazione di pannelli solari su un tetto

In termini di elettricità fotovoltaica, la crescita è ancora più impressionante: è esponenziale. Il decollo è avvenuto nel 2002 e nella prima metà del 2009 la quantità di elettricità generata dall'energia solare è aumentata del 265%. Al 30 giugno 2009, c'erano 25.000 installazioni, che rappresentano 135 MW, e altre 23.000 installazioni sono in attesa di essere collegate alla rete elettrica. Durante i primi anni di energia fotovoltaica, la maggior parte degli impianti riguardava siti isolati, non collegati alla rete elettrica, e quindi dovevano soddisfare il proprio fabbisogno di energia elettrica. Dal 2005, la tendenza si è invertita e la quota di siti collegati è diventata largamente maggioritaria.

Guadagno finanziario per gli utenti: risparmio sulla bolletta dell'elettricità

Non ci attrezziamo più con i pannelli solari perché siamo obbligati a farlo, ma per scelta: più puliti, più economici... Dobbiamo tuttavia sapere che non usiamo direttamente l'elettricità che produciamo se l'impianto è collegato alla rete: viene venduto al suo fornitore di energia elettrica, che viene riacquistato (a un prezzo inferiore alla rivendita, che rende l'operazione finanziariamente attraente) l'elettricità per il suo ha bisogno. Va anche notato che i pannelli solari fotovoltaici, che convertono la luce solare in elettricità, ei pannelli solari termici, che trasformano la luce in calore, sono utilizzati principalmente per il fabbisogno di acqua calda.

Distribuzione di impianti fotovoltaici in Francia

Il sud e l'ovest della Francia, così come il DOM, sono le regioni più coinvolte nell'energia solare. Ciò è dovuto naturalmente al fatto che questi sono quelli che beneficiano del miglior sole dell'anno (anche se i pannelli fotovoltaici non hanno bisogno di tempo soleggiato per produrre elettricità: anche in caso di pioggia o pioggia, sono produttivi, anche se in misura minore).
La Francia, nonostante queste cifre incoraggianti, è ancora significativamente indietro rispetto agli altri paesi europei, in particolare la Germania, che produce 100 volte più elettricità fotovoltaica. Il sole è una grande fonte di energia: in teoria, i pannelli solari fotovoltaici assemblati in un quadrato di 344 km sarebbero sufficienti per soddisfare il fabbisogno di energia elettrica dell'intero pianeta e un'ora di irraggiamento solare sulla terra, se siamo riusciti a catturare tutta l'energia, potremmo coprire il consumo globale di elettricità per un anno!

Tassa di elettricità garantita e tariffa di immissione di energia elettrica

Le disposizioni legislative previste da Grenelle 2 dovrebbero ulteriormente facilitare lo sviluppo delle energie rinnovabili in Francia, in particolare per l'energia eolica, che potrebbero beneficiare di una semplificazione delle procedure di installazione (che sono ancora piuttosto complesse). D'altro canto, il credito d'imposta del 50% verrà mantenuto nel 2010 e la tariffa incentivante per l'elettricità è garantita fino al 2012. Questo è sufficiente per convincere coloro che sono ancora titubanti!

Scopri di più...

  • Link al sito web del Ministero dello Sviluppo Sostenibile
  • Collegamento al sito Web di ADEME
  • Link al sito web dell'associazione France Energie Eolienne
  • Collegamento al sito dell'osservatorio ambientale di Poitou-Charentes (impatto delle turbine eoliche sull'ambiente)

Articoli Correlati Video: Giappone, l'impianto solare galleggiante più grande al mondo.


Articoli Consigliati
  • Ho fatto germogliare i chicchi di pesca. Cosa fare adesso?
  • Vegetazione commestibile per aree urbane
  • Posso usare un film di plastica perforata verde per costruire un tunnel di pomodoro?
  • Zucchina
  • Piccoli cactus e succulente
  • Confina con il prato: suggerimenti per la creazione di un enorme
  • Funghi: gli sparachi croccanti (Sparassis crispa)
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento