Pera

Conosciuta sin dall'alba dei tempi, la pera è un frutto eccellente, disponibile una buona parte dell'anno. Ricco di fibre, minerali, vitamine e antiossidanti... Mantieni una pera per la sete!

Pera

In Questo Articolo:

origine

pera

La pera (Pyrus communis e Pyrus sinensis) appartiene alla famiglia delle Rosacee. Il suo nome latino "Pyra" apparve in Francia nel XII secolo.

Il pero è originario del Medio Oriente. Si pensa che gli agricoltori abbiano iniziato ad addomesticarlo circa 7.000 anni fa. Le pere si trovano su tavolette di argilla sumere di 3000 anni. Il greco Omero ne parla come "un dono degli dei". È tuttavia i Romani, come spesso, che ne hanno assicurato la diffusione in Europa. All'epoca producevano circa 50 varietà. Erano 500 al tempo di Luigi XIV, contro più di 15.000 oggi nel mondo, sebbene solo una dozzina abbia una significativa diffusione commerciale.

Varietà durante le stagioni

In estate, il rinfrescante pera Dottore Jules Guyot a fianco del tarchiato Williams a frutto la cui pelle (diventando gialla a maturazione) nasconde una polpa fondente, dolce, al profumo delicatamente muschiato.

In autunno e in inverno, diverse varietà competere sapore: la Conferenza che si trova di frutta, succosa e profumata, grassoccio Decana del Comizio in carne molto fine, la fusione e sapido, il Passo Crassana rotondo, marrone, e così dolce. Meno comuni, molte altre varietà hanno anche ottenuto il loro plauso: Louise Bonne d'Avranches, Beurré Hardy, Alexandrine Douillard, General Leclerc...

In Francia, le pere sono particolarmente coltivate in Provenza (per le varietà estive), nella Valle della Loira, nel Sud-Ovest...

Pere tutto l'anno?

Se si trovano pere durante tutto l'anno nella distribuzione, è perché vengono importati dalla Germania, dal Sud Africa, dall'Argentina, dall'Australia... Pensaci quando acquisti al supermercato Williams a febbraio...

Interesse nutrizionale e dietetico

Un frutto rinfrescante e rinfrescante, la pera ha una composizione molto equilibrata.

Contiene una vasta gamma di vitamine (vitamina C - 5 mg per 100 g in media, vitamine B, provitamina A, vitamina E), molti minerali e oligoelementi sciolti nella sua acqua di costituzione, tali fibre (in media 2,3 g per 100 g) sono ben tollerate nelle varietà di fusione.

La sua assunzione di energia rimane moderata: 50 calorie per 100 go o, per una bella pera, non più di 65-80 calorie.

Servito dopo un pasto, o durante uno spuntino, pera può contribuire a una dieta più equilibrata, dal momento che nessun rischio di calorie in eccesso, si rafforza il potere del contenuto sostanze valore nutrizionale.

Composizione per 100 g di frutta fresca

carboidrati

12 g

lipidi

0,3 g

proteine

0,1 g

acqua

84 g

Fibra alimentare

2,3 g

potassio

125 mg

Vitamina C

5 mg

energia

50 kcal (209 kJ)

Scegli e acquista

Continuano a maturare

Pera su pera

Le pere sono frutti che possono continuare a maturare dopo il raccolto quando vengono posti a temperatura ambiente. Da qui l'interesse di acquistarli nelle diverse fasi di maturazione, per poterli consumare come e quando necessario.

Se le pere che compri sono ancora un po 'solide, è perché stanno iniziando a maturare. Lasciali raffinare in una coppa di frutta per scegliere secondo il tuo capriccio culinario.

Pere autunnali e invernali

Se le pere estive sono morbide e sfumate di giallo, è diverso per le pere autunnali e invernali.

Questi frutti hanno bisogno, per maturare, di un periodo di freddo che non possono sapere sull'albero. I nostri nonni sapevano bene chi li raccoglieva leggermente di verde e li lasciava maturare, affinare, in un frutto o in cantina.

ritenzione

Le pere autunnali e invernali possono quindi essere conservate per alcuni giorni in un cesto di frutta. Se sono fermi con l'acquisto, le pere saranno conservate da 3 a 15 giorni.

Le varietà estive (Williams e Guyot) non hanno questa peculiarità di raffinazione e devono invece essere consumate non appena vengono acquistate.

Puoi anche tenere qualche giorno in frigorifero, nel cassetto della verdura, ma sarà necessario pensare di lasciarli un'ora prima di consumarli in modo da riscoprire tutte le loro qualità gustative.

preparazione

Le pere peeling non sono sempre necessarie ma se lo si vuole fare (o una ricetta lo pretende); è meglio usare un coltello parsimonioso e sbucciare a spirale intorno al frutto, dalla coda alla base, per mantenere la sua forma.

Per i bambini piccoli, scegli le pere con carne sottile, servile sbucciate e possibilmente mescolate (dopo aver leggermente limone, per evitare che si anneriscano). Questo dà una deliziosa composta "naturale", in cui il valore nutrizionale del frutto è perfettamente conservato.

Chicchi duri?

Coltivate su terreni mal adattati, o avendo sofferto di siccità, alcune pere invernali - come il Passo Crassane - possono diventare "pietrose". Al centro della pera si formano piccoli grani estremamente duri o scleriti che devono essere rimossi per consumare il frutto.

Pera e pere in giardino: scopri di più

  • Scegli un albero di pere
  • Piantare un albero da frutto
  • Dimensioni degli alberi da frutto: le basi
  • Problemi e malattie del pero
  • Mantieni le mele e le pere dopo il raccolto
  • Alberi di pera: impollinazione incrociata
  • Domande / risposte sul pero
.

Articoli Correlati Video: Zumba.


Articoli Consigliati
  • Come trattare l'eucalipto in modo naturale?
  • Consigli di giardinaggio di ottobre
  • E se la base di un croton avesse perso le foglie quest'estate?
  • Acqua abbastanza nel tuo giardino
  • Trattare il filodendro in inverno: pulizia, esposizione, irrigazione
  • Come tagliare la clematide nel giardino?
  • I trucchi su
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento