Acido ossalico: quali cibi evitare?

L'acido ossalico, presente in alcuni alimenti, ha effetti nocivi sul corpo e può essere tossico a dosi elevate. In quali casi dovrebbe essere evitato?

Acido ossalico: quali cibi evitare?

In Questo Articolo:

Acido ossalico, tossico ad alte dosi

L'acido ossalico (acido etandicoico, precedentemente noto come "sale di acetosa") è un componente naturalmente presente nel nostro corpo, specialmente nel sangue. Il corpo ne fa una parte e anche il cibo è una fonte. Serve in particolare per fissare il calcio.

Ad una dose molto alta (ingestione di 25 g di acido ossalico per un adulto di 65 kg), l'acido ossalico è molto tossico anche fatale (dall'anuria causata dalla formazione di calcoli: l'urina non può più essere espulsa). Tuttavia, per raggiungere la dose letale occorrono circa 5 kg di foglie di rabarbaro: non abbastanza da privare di rabarbaro stufato o piatto di spinaci!

Alimenti ricchi di acido ossalico

  • Ortaggi e legumi della famiglia Polygonaceae (rabarbaro, acetosa, spinaci, grano saraceno...) e Amaranthacées (barbabietola per lo più foglie, ma anche la radice, amaranto, blette...)
  • In misura minore, gli altri verdure e verdure: Asparagi, prezzemolo, melanzane, porri, patate dolci, carote, sedano, tarassaco, piselli e fagioli secchi, broccoli, cavolini di Bruxelles...
  • cereali: grano, miglio, segale
  • oleoso: Olive, noci, nocciole, mandorle, semi di sesamo, noci pecan, arachidi, anacardi, noci di macadamia, pinoli, soia e suoi derivati
  • frutta: fico (secco e fresco), datteri, bacche e altri piccoli frutti (mirtilli, ribes, fragole, lamponi...), arancia, kiwi
  • birra
  • cacao e cioccolato
  • tè (ma con una biodisponibilità molto bassa: il consumo di tè non è quindi generalmente un problema).

In che modo l'eccesso di acido ossalico è nocivo?

La capacità dell'acido ossalico di legarsi a vari minerali (calcio, ferro, magnesio, potassio, sodio) pone due problemi:

  • Un consumo significativo su un lungo periodo (da diverse settimane a diversi mesi) può causare carenze nutrizionali, specialmente in ferro, magnesio e calcio: legandosi nell'intestino ai minerali portati dal cibo, l'acido ossalico li rende non assimilabili, vengono quindi evacuati con le selle;
  • L'acido ossalico si forma con questi sali minerali insolubili in acqua, chiamati ossalati (ossalato di calcio, ossalato di ferro in particolare). Questi sali vengono scaricati con l'urina in forma di piccoli cristalli, ma quando sono presenti in grande quantità, formano concrezioni più grandi che possono ristagnare nei condotti escretori urinarie, o anche bloccare il passaggio dell'urina: questi sono famoso calcoli renali e calcoli vescicali, che sono per lo più composti da ossalato di calcio. Ossalato di ferro, sembra giocare un ruolo nell'aspetto del "cadere"promuovendo la formazione di cristalli di acido urico.

Le persone che sono sane, non incline alle pietre e che non sono malate croniche possono consumare cibi contenenti acido ossalico in quantità ragionevole: il loro corpo sarà in grado di evacuarlo senza danno.

D'altro canto, se si soffre di calcoli, gotta, poliacrite reumatoide, fibromialgia o vulvodinia, si raccomanda vivamente di evitare cibi ricchi di acido ossalico.

Acido ossalico: quali cibi evitare?: evitare

cioccolato

Acido ossalico: quali cibi evitare?: cibi

Raccolta del rabarbaro

Acido ossalico: quali cibi evitare?: quali

Calcolo di ossalato di calcio

Articoli Correlati Video: 11 Cibi Velenosi Che Mangi Ogni Giorno.


Articoli Consigliati
  • Dove dovrebbe essere installato un collettore di acqua piovana?
  • Cos'è questa pianta
  • Ho fatto germogliare i chicchi di pesca. Cosa fare adesso?
  • Voglio fare concime bovino. Quali sono gli usi possibili?
  • Come moltiplicare un aloe vera piantato in vaso?
  • Come sbarazzarsi definitivamente dei rovi?
  • Vai in giardino il 25 e 26 gennaio per contare gli uccelli!
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento