Frutteto: prevenzione contro parassiti e malattie dell'inverno


Frutteto: prevenzione contro parassiti e malattie dell'inverno

In Questo Articolo:

Quando gli uccelli insettivori sono numerosi (cinciallegra, sitelle, pigliamosche, coda rossa), raramente sentiamo parlare di certi parassiti con nomi barbari come cheimatobie e hyponomeute! Ricordati di appendere cassette nido negli alberi da frutto. E se hai delle galline, il frutteto è il posto perfetto dove farli cadere perché graffiano il terreno alla ricerca di larve e vermi che cercano di seppellirsi per l'inverno.
Ma soprattutto, nel frutteto, una volta che le foglie cadute, tronchi e rami sono a vostra disposizione. Hai tutto lo spazio per pulire: fai attenzione, i nemici si nascondono ovunque!

Frutteto in inverno

Brucia le foglie morte

Raccolta di foglie morte

Da tenere d'occhio: dopo i frutti, è il turno delle foglie a cadere a poco a poco. Un fenomeno normale, a volte nascondendo sorprese divertenti.
Il pericolo: il tappeto che formano è il rifugio preferito delle spore di molti funghi. Trovano conveniente l'inverno impunemente ai piedi dei loro ospiti prima di moltiplicarli e colonizzarli di nuovo in primavera! L'elenco è lungo: crosta di pera e mela, malattia crivellata di ciliegia o pesca, meli in fiore, prugna ruggine, noce marssonina...
Azioni di prevenzione: per darti coraggio, pensa all'efficacia della purga che è la collezione, poi l'incenerimento di tutte queste foglie...

Spazzola le cortecce

Spazzola la corteccia

Da tenere d'occhio: sul tronco e sui rami principali, la corteccia invecchiata è raramente liscia. Muschi e licheni si aggrappano ad esso.
Il pericolo: crepe nella corteccia e piante appese forniscono rifugio per le uova o le larve di insetti che cercano di svernare e sono numerose (cocciniglie, afidi, pera psilla, chancre, prugna gallica...). In primavera, dopo la schiusa o la metamorfosi, le ninfe e gli insetti si nutrono di frutti o linfa degli alberi.
Azioni di prevenzione: Prima di considerare il trattamento, è essenziale strofinare la corteccia con una spazzola per rimuovere i muschi ei licheni, eliminando molti potenziali rifugi.

Rimuovi i frutti mummificati

Rimuovi i frutti mummificati

Da tenere d'occhio: i frutti marcescenti e avvizziti rimangono ferocemente attaccati ai rami e ai bouquet secchi di fiori.
Il pericolo: ecco il segno di una malattia diffusa, la monilosi che colpisce tutti gli alberi da frutto. Il fungo sverna sui frutti mummificati prima di attaccare i fiori in primavera.
Azioni di prevenzione: inizia raccogliendo tutti i soggetti mummificati prima di cremarli. L'anno prossimo, ricorda che diradare troppi frutti è utile. Durante la raccolta, raccolgono solo frutti molto secchi perché, se sono bagnati, la malattia può svilupparsi durante lo stoccaggio.

Raccogli frutti caduti

Apple caduto a terra

Da tenere d'occhio: i frutti danneggiati, caduti a terra ben prima della raccolta, a causa di attacchi parassitari che li fanno maturare prematuramente.
Il pericolo: le allodole della tignola cadono con i frutti attaccati (mela, pera, mela cotogna) prima di tornare sugli alberi. Seguendo lo stesso percorso, le larve di larva di ciliegio e prugne di prugne si seppelliscono per trascorrere la stagione fredda al riparo nel terreno.
Azioni di prevenzione: raccogliere e incenerire il frutto sospetto il più presto possibile. Nella pianta da frutto, conservare solo le più sane: le larve della tignola, ad esempio, gli inverni bene negli scaffali!

Articoli Correlati Video: VERME DEL MELO – trattamenti biologici - guida con consigli dal professionista.


Articoli Consigliati
  • Liane di frutta: consigli per la cura
  • I miei meli producono mele macchiate che non sono consumabili. Cos'è?
  • Come combattere la scabbia contro il mio albero di albicocca?
  • Piantare un melo
  • Come riuscire a far crescere il mio albero di limone
  • Perché le foglie del mio albero di limone, coltivate in vaso, non sono un bel verde?
  • Le mie fragole sono ricoperte di quackgrass. Dove trapiantare?
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento