Cartone ai piedi degli alberi

È generalmente accettato che sia meglio limitare la presenza di erbacce indesiderate ai piedi dei giovani alberi, al fine di evitare la competizione delle radici. E se il cartone ondulato fosse la soluzione giusta?

Cartone ai piedi degli alberi

In Questo Articolo:

Diserbo per limitare la concorrenza

Cartone ondulato ai piedi di un albero da frutto

Nei primi anni dopo la piantagione, gli alberi giovani (frutta o ornamentali) hanno ancora poche radici e necessitano di rifornimenti idrici regolari per il loro sviluppo. In questo senso, lasciare che le erbe "cattive" invadano il loro piede non è il modo migliore per aiutarli quando arrivano nel tuo giardino...

Secondo un recente libro, ci sono due modi per mantenere il suolo libero da queste erbe infestanti:

  • strappare o zappare (non troppo in profondità per non ferire le radici)
  • utilizzare un erbicida totale a base di glifosato "prendendo tutte le precauzioni per l'uso" (sic.)

Bene... Ricordiamo brevemente che il glifosato è l'ingrediente attivo del famoso Round..., il cui impatto sull'ambiente (inquinamento dell'acqua e del suolo) sembra sempre meno dubbio...

Leggi anche: i migliori strumenti per diserbo

E la pacciamatura?

D'altra parte, c'è una terza via, che ha il merito di non essere molto stancante, gratuita e favorevole alla biologia del suolo.

La pacciamatura (copertura del suolo) consente di limitare notevolmente l'insorgenza e lo sviluppo di erbacce indesiderate. Potremmo considerarlo di 3 tipi:

  • pellicola di plastica nera: questo è quello che usiamo spesso per le fragole. Svantaggio: oltre all'uso di un materiale non biodegradabile, impedisce la penetrazione dell'acqua, molto utile per i giovani alberi
  • pacciamatura minerale (ghiaia, pozzolana...): estetica, ma inerte, quindi senza interesse per la qualità del suolo
  • organico, finalmente: unica opzione che possa nutrire il terreno

Il cartone in tutto questo

Pacciamatura di cartone ricoperta di BRF

Pacciamatura di cartone e BRF

La nostra proposta: sistemare ai piedi degli alberi del cartone, che avrete precedentemente sgrossato, eliminando gli adesivi (non biodegradabili). Assicurati che ci sia una buona sovrapposizione, in modo che nessuna erbaccia possa insinuarsi.

Favorire il cartone ondulato: a base di cellulosa e lignina, di solito trasporta poco inchiostro e il suo legame si basa sull'amido.

Carta da giornale? Stampa a inchiostro?
Possono essere usati anche vecchi giornali. Tuttavia, tendono a degradarsi molto meno lentamente. Più problemi a priori oggi con gli inchiostri da stampa, ora privi di metalli pesanti. Tuttavia, evitare le riviste (la carta lucida è resistente ai batteri!).

Poi coprire le scatole con erba (in primavera), omogenati vegetali (BRF) in autunno, paglia, foglie morte... Estetica e una migliore terreno per l'arricchimento chiave.

Se il terreno è asciutto durante l'installazione, immergere i pezzi di cartone immergendoli in una bacinella o acqua abbondantemente una volta sul posto.

Punto importante: questo pacciame di copertura rimane permeabile all'aria e all'acqua: la vita del terreno viene così preservata.

Interesse del metodo

Vermi sotto pacciamatura di cartone

Sotto il cartone: un terreno vivo...

Usando questa tecnica per i tuoi giovani alberi o ai piedi delle tue siepi, troverai in uso i seguenti vantaggi:

  • grazie a questa efficiente pacciamatura, niente più convolvolo o quackgrass
  • il cartone isola ulteriormente il pavimento e fornisce quindi protezione termica, pur mantenendo un buon grado di umidità
  • il cartone ondulato è favorito dai lombrichi (eisenia), che in particolare trovano rifugio per i loro bozzoli: la vita del suolo è quindi favorita
  • in pochi mesi, il cartone è degradato: se rimuovi tutti i tuoi contributi, scoprirai una terra impeccabile e una superficie fertile. Lascia tutto a posto o graffia leggermente per seppellire tutto nel terreno prima... inizia la prossima stagione!

Articoli Correlati Video: L'invenzione dei piedi - Dr. Culocane con Lo Stato Sociale.


Articoli Consigliati
  • Peonie, regine effimere del giardino

    Elegante, aggraziato, spettacolare, affascinante, ostentato: la peonia ha tutto di una regina. Attira tutti gli occhi durante la sua fioritura e potrebbe quasi dimenticare i suoi compagni del giardino.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 9697 +Video
  • Per aumentare i mazzi di fiori

    Per evitare che i fiori si aprano troppo velocemente, aggiungi uno o due pezzi al tuo vaso.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 15619 +Video
  • Riccio bianco, Marrubium vulgare

    Consigli per piantare e coltivare la margherita bianca, marrubium vulgare, una piccola pianta aromatica perenne.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 9579 +Video
  • La piscina naturale

    Chiamato anche laghetto balneabile, la piscina naturale inizia a trovare il favore del giardino per le sue capacità ecologiche ovviamente ma anche estetiche.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 13451 +Video
  • Rifiuti verdi e esportazione di biomassa

    Riciclare i propri rifiuti verdi è più che proficuo, sia in termini di spesa di lavoro che di ambiente.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 19060 +Video
  • Gardener's Letter C Dictionary

    Cactus, cactus, cactus: cactus è il nome comune per le piante della famiglia cactaceae. Sono anche chiamati cactus. Sono quasi tutte piante grasse o succulente, vale a dire piante xerofile che immagazzinano nei loro tessuti riserve di "succo" per far fronte a lunghi periodi di siccità.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 733 +Video
  • City Garden

    Come organizzare un piccolo giardino cittadino? Ombra ed esposizione a nord o sole da sud in estate, muri brutti da nascondere, vis-à-vis, terreno ingrato... Consigli, trucchi e idee per giardini urbani.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 536 +Video
  • Bentgrass
  • Moltiplicare le fragole
  • Cani da pastore
  • Litter bulbi estivi in ​​autunno
  • L'albero di girino
  • Heucheres, tiarelle e heucherellas
  • Preparare i propri ormoni di talee
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento
La Maggior Parte Degli Articoli Commentati