Mimosa delle quattro stagioni


Mimosa delle quattro stagioni

In Questo Articolo:

botanica

Nome latino: Acacia retinodi

famiglia: Legumi, Fabaceae, Papilionacee

origine: Australia Meridionale, Tasmania

Periodo di fioritura: tutto l'anno e soprattutto l'estate

Colore del fiore: giallo limone

Tipo di impianto: albero in fiore

Tipo di vegetazione: perenne

Tipo di fogliame: persistente

altezza: 8 m

Pianta e coltiva

robustezza: fino a -8° C

esposizione: sole

Tipo di terreno: abbastanza povero e particolarmente ben drenato o secco, e sassoso perché la mimosa non sopporta l'acqua stagnante

Acidità del suolo: accettabile da neutro ad acido

Umidità del suolo: normale

utilizzare: bac isolato

Piantare, in vaso: primavera

Metodo di moltiplicazione: semina a caldo, innesto, talee in estate difficile

Formato: Le dimensioni sono raccomandate ogni anno, specialmente nelle zone ventose. Dopo la fioritura, tagliare i rami fioriti per evitare la formazione inutile di baccelli. Bilancia le corna e schiarirle eliminando i rami mal posizionati o sovradimensionati.

Malattie e parassiti: Dobbiamo diffidare delle cocciniglie che attaccano seriamente la mimosa e quindi causano la comparsa di muffa fuligginosa (fuliggine). I cocciniglia sono difficili da eliminare. Toglili a mano e poi pulisci la pianta con una soluzione di sapone nero. Le cicaline (Metcalfa pruinosa) sono anche un vero problema nel sud.

Mimosa fiori di 4 saioni

Acacia retinodi

Acacia retinodiè la mimosa delle quattro stagioni, originaria dell'Australia meridionale. Forma un piccolo albero lungo fino a 10 m, con foglie blu-verdi allungate, i cui fillodi raggiungono i 20 cm di lunghezza. Questa specie fiorisce più volte all'anno, da qui il suo nome popolare, con però due importanti picchi: la primavera e l'autunno.

Resistente al calcare, è diventato il portainnesto di tutte le altre specie. Le radici sono poco profonde, da qui la necessità di piantarlo in luoghi con poco vento.

Le mimose resistono al freddo?

Senza dubbio più di quanto pensiamo. Phyllodes specie, cioè "foglie" piatte (Retinodi dell'acacia, A. vestita, A. armata, A. cultiformis) tollerare da -5° C a -8° C. Mimose con foglie composte bipinnate (Acacia dealbata, A. Baileyanaresistono fino a -8 a -10° C. Richiede che siano piantati in un luogo riparato dai venti dominanti e in un terreno perfettamente drenato. È certo che l'età dell'albero gioca un ruolo nella sua rusticità, i soggetti giovani sono più cauti degli alberi con tronchi ben sviluppati. Per evitare di correre rischi inutili, non appena la temperatura raggiunge i -5° C, avvolgere le corna in un velo svernante (contare almeno due strati).

La mia mimosa sembra coperta da una specie di velo bianco latteo. È una malattia?

È certamente un attacco di cicaline (Metcalfa pruinosa). Questi insetti sono comparsi nel 1995 nel sud e da allora hanno causato danni considerevoli alle colture ornamentali. La mimosa è abbastanza sensibile.

La linfa della mia mimosa scorre attraverso la corteccia, è normale?

In una mimosa che è stata sottoposta a freddo e freddo prolungato (tre giorni a -5° C possono essere sufficienti in alcuni soggetti), la corteccia, che è già incrinata, può rompersi. Osserviamo poi i flussi di linfa che possono ricordare il "pianto" della vite. Questi flussi tendono ad esaurire l'albero, ma si solidificano abbastanza rapidamente.

Lo sapevi?

  • La mimosa appartiene botanicamente al genere Acacia, mentre la comune acacia (o più esattamente robinia) designa una Robinia e il genere Mimosa, la sensibile (o mimosa). Per quanto riguarda il termine "mimosa di Parigi", significa Forsythia x intermedia. Chiaramente, c'è un pericolo di confusione quando si usano i nomi vernacolari piuttosto che il linguaggio scientifico. Per semplicità, tutte queste piante appartengono alla famiglia delle leguminose, che anticamente erano chiamate "Papillonacee" e ora vengono chiamate Fabaceae. Ma chi è stato recentemente diviso per fare spazio a Mimosaceae! È semplice botanica!

  • Il genere Acacia contiene circa 1200 specie di alberi o arbusti sparsi in tutti i continenti, ad eccezione dell'Europa. La maggior parte delle mimose che coltiviamo sono originarie dell'Australia meridionale.Molte specie di Acacia sono molto spinose, come le famose acacie del parasole (Acacia xantofloreca e Acacia horrida) che sono molto rappresentativi della savana del Kenya. Fioriscono come mimose, ma meno abbondantemente e bianco crema.

  • La mimosa delle quattro stagioni non reca foglie vere, ma "fillidi" che provengono dall'appiattimento dei pezioli. Questi phyllode permettono all'albero di resistere meglio alla siccità.

  • La generalizzazione della coltivazione della mimosa sulla Costa Azzurra iniziò nel 1850. Dal momento che alcune specie sono state così acclimatate nella regione da essersi naturalizzate lì (si riproducono naturalmente). Questo è il caso di: acacia baileyana, laCacia dealbata e L'acacia decurrens.

  • Le "foglie" di molte specie sono i fillidi, cioè un picciolo appiattito che assume la forma di una foglia e viene riconosciuto dalle sue costole sempre longitudinali. Questa è una delle principali caratteristiche dell'Australia Acacia.

  • Gli alberi di acacia hanno proprietà interessanti. Il Cachou è fatto da acacia catechu, la gomma arabica di Acacia arabica. Le sostanze prive di febbre (contro la febbre) vengono estratte dall'acacia ferruginosa, ma anche dai coloranti. Tannini daacacia arabica e l'acacia adansonia è stata a lungo usata.

  • Il legno molto duro degli alberi di acacia è stato utilizzato per molto tempo per la costruzione di scafi di imbarcazioni.

  • Il nome Acacia fu scritto con due c (Accacia) fino alla fine del XVIII secolo. È Malherbes, grande difensore della lingua francese che ha fatto scrivere Acacia con una sola c.

  • Il nome mimosa significa qualcosa di diverso dalla nostra bella Acacia. È prima un nome (piuttosto femminile, anche se è indossato dal filo di Popeye e Olive), il qualificatore di una ricetta (le uova di mimosa, i cui gialli sono mescolati con maionese ), il nome di un profumo di Gallimard.

  • Alcuni Acacia sono detti "mirmecofili" perché ospitano formiche. Si tratta principalmente di specie africane riconoscibili dalla presenza di rigonfiamenti sui rami (Acacia erioloba, A. spareacephala).

Specie e varietà di acacia

Il genere comprende più di 1000 specie
- Acacia dealbata la mimosa invernale che fiorisce abbondantemente tra gennaio e febbraio
- Retinodi di acacia, la mimosa delle quattro stagioni

Articoli Correlati Video: mimosa.


Articoli Consigliati
  • Nespolo (nespolo giapponese, Bibace), Bibacier, Nespolo

    L'albero del nespolo è un bellissimo albero da frutto ornamentale con fogliame verde intenso, profondamente costoluto e persistente; le foglie sono molto grandi (lunghe fino a 30 cm) spesso dentate ai margini. I cremosi fiori bianchi raggruppati in grandi pannicelli piramidali...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 8081 +Video
  • Sedano, rapa di rapa

    Graveolens apium, sedano, fragranti dolore o mal di paludi, è una pianta biennale della famiglia delle apiaceae. Il dolore fragrante è una pianta nativa che viene a volte incontrato in francia sotto forma selvatica, lungo i torrenti o paludi. Lei è...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 7521 +Video
  • Catalpa comune

    Catalpa bignonioides, il catalpa comune è un albero deciduo di medio sviluppo, appartenente alla famiglia delle bignoniacee. Viene dagli stati uniti del sud-est. Le sue grandi foglie leggermente esotiche e la silhouette arrotondata, unite alla rapida crescita, hanno reso questo...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 7515 +Video
  • Tuia

    Il thuya è un classico tra gli alberi utilizzati per creare siepi. È apprezzato per la sua rapida crescita, la sua resistenza all'inquinamento e per il suo fogliame compatto e persistente. Una conifera con molti vantaggi thuya (thuja) è una conifera molto comune che rende...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 7519 +Video
  • Palma cinese, Laiche Tenjiku

    Phyllocephala di carex, la carice di palma cinese è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle cyperaceae. Originario delle foreste asiatiche, il phyllocephala di carex è diventato un'erba ornamentale, a lungo coltivata in giappone per il suo fogliame, selezionata sotto forma di...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 8474 +Video
  • Slipper-of-Venus europeo

    Cypripedium calceolus, lo zoccolo di venere, è l'orchidea terrestre più famosa e spettacolare d'europa. Appartiene alla famiglia delle orchidaceae, sottofamiglia cypripedioideae. Cypripedium calceolus è ampiamente distribuito dall'europa all'asia, ma...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 19285 +Video
  • Gigérine, Jam watermelon, Citre, Barbarine squash

    In francia, le fritture sono per lo più coltivate nella metà meridionale: sono piante facili, ma richiedono una lunga stagione calda. Trova il nostro consiglio per la sua piantagione e la sua cultura.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 324 +Video
  • Pino marittimo, pino delle Landes
  • Orchidea di bambù
  • Frangipani rosso, Frangipani comune, fiore dei templi
  • Slipper-of-Venus europeo
  • Mammilaire
  • Myrtaceae / Myrtaceae
  • Narciso
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento