L'orto del re di Versailles (78)


L'orto del re di Versailles (78)

In Questo Articolo:

L'orto del re di Versailles (78): versailles

Creato 1678-1683 da Jean-Baptiste de La Quintinie, il giardino del re a Versailles è una produzione giardino e l'approvazione, un edificio storico, che continua a fornire frutta e verdura, non alla tavola del re, ma ad un pubblico dilettante delle sue varietà gustose e spesso rare.

Inoltre, ospita dal 1976, la Scuola Nazionale del Paesaggio che forma i paesaggisti dplg. Aperta al pubblico dal 1991, accoglie un numero crescente di visitatori (27 000 nel 2000), attratti dal fascino di questo luogo incontaminato e sorprendente, vicino al castello, vicino alla fontana svizzera.

Un labirinto di giardini simmetrici

L'attuale orto ha mantenuto quasi esattamente il piano definito da La Quintinie alla fine del 17° secolo,
chi, per il piccolo aneddoto, passava molto del suo tempo a trovare soluzioni per contrastare
la natura paludosa della terra: acquedotto sotterraneo, pietre di drenaggio, colture in crescita. su
Con una superficie totale di nove ettari, l'orto è ancora oggi costituito da un susseguirsi di giardini circondati da mura e dominati da terrazze, che formano uno spazio fortemente architettonico.

Situato sotto una terrazza che offre al re, e ora ai visitatori, una vista incomparabile di
culture, il Grand Central Square 3 ettari, suddivisi in sei lotti di verdure raggruppamento cinquanta specie tradizionali e antichi (da squash o topinambur) e circondato da alberi da frutto contro le spalliera (attaccate a supporti). Intorno, una dozzina di giardini articolati tra loro nascondono cinquemila alberi da frutta tagliati, fiori e piccoli frutti.

Produzioni di ieri e di oggi

L'orto del re di Versailles (78): versailles

Il teatro agricolo, il Potager du Roi è sin dalla sua origine un luogo di sperimentazione. Quintinie è un maestro nell'arte dei primiurs. In effetti, le sue tecniche gli hanno permesso di offrire Luigi XIV e la sua corte, frutta e verdura e prodotti rari contro la stagione: fragole a gennaio, asparagi a dicembre o fichi a giugno. Innovazioni che continuano con i suoi successori: le serre olandesi, il riscaldamento a termosifone consentiranno ai primi viaggiatori di caffè, ananas, banane e altre piante esotiche.

Contrariamente a una leggenda tenace, non c'è più nell'orto piantato da La Quintinie. Tuttavia, l'intera squadra del King's Garden perpetua lo spirito del suo giardino, mantenendo o reintroducendo varietà a cui era affezionato, come ad esempio la pera Bon Chrétien d'Hiver.

È sotto la responsabilità della National School of Landscape che una quindicina di giardinieri ora coltivano quasi 130 varietà di mele e altrettante pere, una vasta gamma di piccoli frutti rossi, verdure tradizionali e rari come il Zucca blu ungherese o "spaghetti squash". Ogni anno vengono raccolte cinquanta tonnellate di frutta, da vendere sul posto o trasformate (succhi di frutta, marmellate...). Queste produzioni rendono la ricchezza del giardino e cambiano costantemente il suo aspetto con le stagioni, rendendo questo orto contrapposto e pieno di sorprese...

Le quattro stagioni del King's Garden

Originalità del sito, il Giardino del Re continua a produrre frutta e verdura in quantità. Le mele e le pere sono le regine del frutteto, mentre le verdure occupano le piazze del giardino tutto l'anno. Squash multicolore, ma anche cardi, bestie, zucche, pomodori a forma di pera, porri, carote... vengono coltivati ​​e venduti sul posto al pubblico. Ogni anno vengono vendute o trasformate 20 tonnellate di verdure e 50 tonnellate di frutta.

Lo scopo del giardino è preservare e presentare queste raccolte di frutta e verdura. Perché, uno arriva lì anche per il piacere degli occhi come per quello delle papille gustative...

L'orto del re di Versailles (78): frutta

Dodici giardinieri e nove ettari di orto da coltivare
Dodici giardinieri incidono e mantengono 2.800 alberi di pere e 2.100 alberi di mele, senza contare gli altri frutti e ortaggi prodotti ogni anno al ritmo delle stagioni.

La primavera, il suo valzer di odori, i suoi alberi in fiore...
Da aprile a giugno, dopo aver annusato il profumo dei fiori di mela, pera e pesca altro, si attraverseranno le sedici piazze del giardino, per trovare: lattuga, carotes, carciofi, erbe aromatiche, aglio, cipolle, scalogno, patate presto, fagioli...

In estate e in autunno, è tempo di raccolto...
raccolta della frutta inizia a metà giugno da bacche: lamponi, uva spina, ribes nero, ecc... Le prime mele "Stark La prima 'vengono raccolte a fine giugno e pere" Lemon carmelitano "intorno a luglio 10-15. Poi arriva settembre, il mese più trafficato, con la varietà di colture stazza: pere Beurre Hardy, Louise Bonne..., mele Canada Calville.... Da luglio a settembre, il Potager du Roi è anche pieno di meloni, cetrioli, rape, ravanelli o addirittura lattuga estiva. E arriva anche l'inceppamento di te...

In inverno, l'orto è spogliato...
Ma i giardinieri non smettono di lavorare, preparano la terra, la arricchiscono di compost e si danno da fare a dimensioni crescenti per migliorare la forma e il sapore dei frutti. Così, per completare questo prezioso e bellissimo giardino, giardinieri non controllano meno di trenta forme di diamante tridente Palmete il diavolo fascia doppia U-box, vaso, calice, ecc...

Ricevimento pubblico

Da aprile a ottobre dalle 10 alle 18
Informazioni e prenotazioni al 01 39 24 62 62

Articoli Correlati Video: .


Articoli Consigliati
  • Una piscina economica

    Puoi costruire una piscina ad un costo inferiore. Per questo, basta recuperare un bagno o una vasca con il vino (per dare libero sfogo alla tua immaginazione). Metti la ghiaia sul fondo e scegli le tue piante...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 15085 +Video
  • Petunia o surfinia?

    Le petunie e le surfinie sono spesso confuse al livello dell'etichettatura nei garden centre. Sono davvero due piante diverse? Cosa li differenzia? Proviamo a vedere più chiaramente!Ulteriormente

    Visualizzazioni: 12320 +Video
  • Come intrappolare le vespe

    Le vespe possono diventare molto difficili durante le belle giornate. Fare una semplice trappola per vespa sarà una soluzione!Ulteriormente

    Visualizzazioni: 13318 +Video
  • Companion plants

    L'utilizzo di piante complementari è uno dei pilastri del giardinaggio naturale. Giocare su buoni quartieri aiuta a rimuovere i parassiti, promuovere la crescita delle piante, limitare trattamenti e contributi... Scopri questo principio e le migliori associazioni.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 9026 +Video
  • Tecniche di semina

    Seminare una pianta è un atto un po 'magico, da questo piccolo seme otterrete frutta, verdura, fiori o anche un albero molto grande. Secondo le piante, ci sono diversi metodi per seminare, vedere quali...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 14244 +Video
  • Fai fiorire di nuovo la buganvillea

    Come sbocciare e sbocciare una bouganville. Istruzioni per la cura per ogni mese dell'anno.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 5665 +Video
  • I diversi tipi di serra

    Vuoi coccolare le tue piante e installarle in una serra? Ma come fare la scelta giusta? Quali materiali meglio si adattano al benessere dei tuoi protetti? Cercheremo di aiutarvi a vedere più chiaramente.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 12831 +Video
  • Casse per proteggere le insalate
  • Formazione agricola dal CAPA alle scuole di ingegneria
  • Foto di successo del suo cane
  • Malva
  • Contro le caverne della terra
  • Albero Nespolo
  • Mais dolce per barbecue estivo
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento