Come fare i suoi semi di verdure e fiori


Come fare i suoi semi di verdure e fiori

In Questo Articolo:

Unisci economia e piacere raccogliendo i semi dei tuoi fiori e verdure. Saranno perfettamente adattati al suolo e al clima del tuo giardino.

Raccogli i tuoi semi di fiori e verdure: economico e facile!

Il tempo per la raccolta continua, molte piante nell'orto o nel giardino ornamentale continuano a fruttificare a settembre. Per raggiungere i tuoi raccolti o massicci futuri, l'acquisto di pacchetti di semi a un costo che non è sempre aneddotico. Questo costo è un criterio essenziale, ma non è l'unico. Dovrebbe essere noto che tra i semi che raccogli, alcuni appartengono a vecchie varietà, che a volte non sono più commercializzate. Raccogliendo e poi partecipando al baratto delle piante, contribuisci alla biodiversità del giardino. Ma prima di iniziare a raccogliere, ricorda alcuni principi di base.
Il seme, organismo vivente, ha una vita limitata. Per massimizzare le tue possibilità di successo, è bene conoscere il suo potere di germinazione e conservarlo nelle regole dell'arte. Sappi anche che raccogliendo i semi delle piante risultanti da un'ibridazione tra due varietà, rischi di non trovare mai le caratteristiche che ti piacciono. Ricorda che alcune piante sono impollinate in modo incrociato con fiori maschili o femminili. Il pistillo, un organo femminile, riceve poi il polline dai fiori maschili della stessa specie botanica (carota, zucchina, zucca, aneto, barbabietola, ecc.). Per quanto riguarda le piante auto-impollinatrici, i loro fiori hanno sia organi maschili che organi femminili che si autofecondano. È il caso dei pomodori, dei piselli dolci, dei tabacchi ornamentali... Infine, prima di iniziare, prepara le buste e non dimenticarti di dotarti di un piccolo taccuino, molto utile per annotare tutte le caratteristiche di la pianta su cui prendi i semi. Con tutti questi suggerimenti, ora è il momento di raccogliere!

Riprodurre identicamente

Le piante derivate da semi raccolti possono dare piante dissimili per una serie di motivi.
Le piante auto-impollinanti si riproducono in modo identico. Ma le piante allogame hanno bisogno di aiuto. Le zucchine, per esempio, possono ibridarsi con il pattypan (anche se si trova in un giardino vicino), la carota con il suo cugino selvatico. Pensaci quando raccogli i semi, anche se selezioni e separi "i porta-seme" l'anno prossimo, quindi concimi il fiore femmina a mano.
Gli ibridi sono comuni in natura: derivano dall'incrocio di piante di diversi lignaggi. Scegliendo piante con qualità interessanti (precocità, sapore, colore...) l'uomo seleziona e fissa questi ibridi che si riproducono in modo identico alla semina. Stazione, ibridi F1 (prima generazione) non sono "fissi". Seminato, presentano, in modo omogeneo, i caratteri combinati dei loro due genitori. I loro semi non sono sterili, ma non combinano le caratteristiche iniziali. Germogliano e danno piante somiglianti ai loro genitori, ma anche ai loro nonni.

L'arte di raccogliere e conservare

Scegli le piante che ti interessano: la pianta di pomodoro per il suo frutto gustoso, il piede di melone per la sua precocità... In generale, sceglierai come "porta-seme" almeno due piante sane e vigorose.
Il periodo di raccolta e le tecniche di essiccazione delle sementi dipendono spesso dalla famiglia botanica della pianta. Un gran numero di semi vengono raccolti molto semplicemente: aprendo le capsule di tabacco, cucendo nella mano le teste appuntite del cosmo, selezionando le teste di girasole.
Più le piante si avvicinano al tipo selvaggio, più i loro semi sono dormienti. Questo meccanismo naturale impedisce alla pianta di germogliare. Un periodo freddo solleva spesso le piante dormienti. Non preoccuparti se le tue piante perenni non germogliano in primavera. Dimentica le loro terrine in un angolo riparato del giardino: il sollevamento può richiedere due anni! Alcune piante hanno una facoltà germinativa (il tempo durante il quale possono germinare) molto breve. Sono pochi mesi per l'angelica, la fredda ficoïde: non aspettare e seminali appena raccolti.
Dopo aver raccolto il raccolto, posizionare i semi sui setacci, appendere i mazzi sopra un panno o metterli in una busta di carta o di stoffa. Per mantenere tutta la loro germinabilità, i semi devono essere posti in una bassa umidità e ad una temperatura inferiore ai 12° C.Una volta che i semi sono asciutti, vengono fatti scivolare in buste di carta e poi in scatole di legno o di cartone. Questi materiali proteggono bene i semi dalle condizioni atmosferiche, a differenza dei vasi metallici o del vetro con uno scarso isolamento. Non conservare i semi in un armadietto "agglo"; rilascia formalina che inibisce la germinazione. Infine, pensa all'etichettatura per differenziare i tuoi semi.

Articoli Correlati Video: Raccolta dei semi e semina delle erbacee perenni.


Articoli Consigliati
  • Come mantenere un cymbidium?
  • Pianta il ciclamino rustico in vaso o all'aperto
  • Foglio di cultura e manutenzione del mughetto
  • Quali piante da bordare installare in ombra parziale?
  • Le mie vecchie dalie hanno perso il loro colore originale. È una malattia?
  • Puoi dirmi che cos'è questa bella pianta che ha infiorescenze di un blu lavanda tirato?
  • Come far crescere un giardino di primula acuta o primula (Primula vulgaris)
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento