Manutenzione del giardino: bonifica di terreni incolti


Manutenzione del giardino: bonifica di terreni incolti

In Questo Articolo:

Questa operazione è un obbligo legale che garantisce la tua sicurezza e quella dei tuoi vicini nelle aree a rischio. Riduce l'intensità del fuoco, limita anche la diffusione degli incendi. Con un buon materiale, non dovrebbe richiedere troppo tempo...

F. Marre - EsdemGarden - The Pinard Wood - Marie Marcat

In pochi anni, a volte anche pochi mesi, la natura ha riacquistato i suoi diritti. I rovi, la ginestra o la ginestra conquistarono la terra, trasformando il giardino in una piccola giungla. Ci vorrà una compensazione, anche se l'attività sembra scoraggiante. Questa è l'unica cosa da fare prima di iniziare qualsiasi semina... Ma anche questo rimane un obbligo legale ! La legge richiede proprietari, inquilini (non stagionali) o anche proprietari effettivi di edifici situati entro 200 metri di terra occupata da boschi, foreste, brughiere, piantagioni o reimpianto parte delle foreste a rischio (articolo L. 312-6, L. 322-3 del Codice Forestale) per garantire la pulizia della spazzola. Queste aree sono definite a livello di dipartimento: è necessario informarsi con i municipi per sapere quale città è inclusa. L'Aquitania, Corsica, Languedoc-Roussillon, Midi-Pirenei, Poitou-Charentes, Provenza-Alpi-Costa Azzurra, ma anche i dipartimenti di Ardeche e Drome sono particolarmente preoccupati.

Spazzolatura: un atto civico ed ecologico

Il mancato rispetto di questi requisiti potrebbe comportare multa di 30 e / m2 e generare un eccesso di assicurazione supplementare di 5000 e in caso di disastro (articolo 10 della legge sulla modernizzazione della protezione civile del 13 agosto 2004). In caso di incendio, i trasgressori possono essere condannati alla reclusione per violazione di un obbligo di sicurezza imposto dalla legge (legge n. 2004-204 del 9 marzo 2004). Tagliando l'erba e sottobosco, potatura i rami inferiori e raccogliendo piante cadde a terra, il giardiniere limitare la propagazione del fuoco e facilitare l'avanzamento dei vigili del fuoco. La spazzolatura ha anche un effetto positivo sulla vegetazione. Rimuove le piante e promuove lo sviluppo degli altri, contribuendo così al miglioramento della biodiversità.

Spazzola a casa

Nelle aree rurali, è obbligatorio spazzolare le installazioni entro un raggio di 50 m (o anche 100 m per alcuni comuni) e 10 m su entrambi i lati delle strade di accesso private. Sono strutture considerate, case residenziali, ma anche tutte le dipendenze, la piscina cabana, attraverso gli edifici industriali, agricoli o abitabili (occupati o meno), così come quelle che si dispiega un'attività umana. Tuttavia, le rovine non sono influenzate dai regolamenti.
La logica differisce nelle aree urbane: le seconde sono delimitate da un piano urbano locale, da un piano territoriale o da un'area di pianificazione concertata, da una suddivisione... Lo spazio da liberare si estende a tutti i terreni e giardini, anche se non includono alcuna installazione particolare.

Spazzola a casa del tuo vicino

Poiché il fuoco non si ferma ai confini della proprietà, se parte della trama del tuo vicino si trova nell'area che devi spazzare (ad esempio entro 50 m dalla tua casa), tocca a te, nelle aree rurali, è responsabilità pulire se non ci sono strutture. Devi fare la richiesta al proprietario che non può rifiutarti di accedere al suo pacco a meno che non lavori lui stesso. La compensazione deve essere effettuata ogni anno prima del 1° giugno, preferibilmente entro e non oltre il 1° luglio.

Come andare per un buon spazzolamento?

Ciò comporta il taglio di erba alta, arbusti e arbusti bassi al fine di mantenere una vegetazione il più pulita possibile. Il decespugliatore rimane l'attrezzo più adatto. Si consiglia di non tenere nessun albero entro 5 m dalla casa. Per gli altri situati più lontano nel perimetro di sicurezza, potare i rami bassi ad un'altezza di 2 m, e separare le cime di 5 m in modo che il fuoco non possa passare da un albero all'altro. Per tagliare rami, è necessaria una sega o una motosega. Ma l'utilizzo di quest'ultimo, soprattutto negli alberi, è pericoloso: non esitare ad affidare l'operazione a un professionista. È necessario smaltire i residui di taglio in discarica, macinarli per compostaggio o legna da ardere.

Articoli Correlati Video: pulizia terreno incolto.


Articoli Consigliati
  • Vitaceae / Vitacee
  • I miei gerani erano belli. Perché si appassiscono così?
  • Gennaio in piscina
  • Cos'è lo sviluppo sostenibile?
  • Il banano dell'Abissinia teme l'inverno?
  • Come rimuovere le alghe attaccate alla ghiaia del vialetto?
  • Riduzione del credito d'imposta per gli agricoltori biologici
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento