Piscine ecologiche

Le piscine ecologiche hanno qualcosa da sedurre. Estetici e in armonia con il resto del giardino, lavorano senza prodotti chimici, l'acqua viene pulita dalle piante acquatiche. Vincoli, vantaggi: scopri le piscine naturali!

Piscine ecologiche

In Questo Articolo:

La piscina ecologica o naturale: un'acqua naturalmente pulita

Il principio di piscine ecologiche, chiamate anche vasche naturali o piscine paesaggistiche, si ispira ai corpi idrici che incontriamo in natura: grazie a presenza di piante acquatiche e microrganismi che purificano l'acqua assimilando i rifiuti e le sostanze indesiderabili, l'acqua rimane pulita e limpida, senza la necessità di utilizzare prodotti chimici costosi, dannosi per l'ambiente e non sempre ben tollerati dalla pelle fragile (cloro, ecc.).

Questa tecnica naturale di depurazione delle acque si chiama fauna, flora e un substrato che funge da filtro laguna. A differenza di una piscina tradizionale, la piscina ecologica è composta, oltre al area di balneazione, da area di depurazione dove sono installate le piante acquatiche. Questa zona di purificazione è adiacente alla zona del baigade o separata. Una pompa fa circolare l'acqua da un bacino all'altro, l'acqua deve essere sempre in movimento.

Oltre alle sue qualità ecologiche, la piscina naturale ha il vantaggio di integrarsi perfettamente nel giardino da un punto di vista estetico: il blu turchese delle piscine classiche, tutte le sfumature di verde, le piante acquatiche, i giochi d'acqua... Una piscina ecologica è un po 'una piscina ornamentale dove nuotare è possibile

Finalmente una piscina naturale ricrea un vero ecosistema acquatico, che arricchisce la biodiversità del giardino.

Le due aree di una piscina naturale

L'area di balneazione

L'area della piscina può essere molto simile a una piscina classica, o essere di più paesaggistico e offrono morbide curve piuttosto che una forma rettangolare. Da un profondità idealmente tra 1,5 e 2mdeve fornire un'area di almeno 40m2. Ma attenzione, più grande è l'area della piscina, più la zona di purificazione deve essere! Delle gli skimmer sono usati per filtrare l'acqua in superficie, soprattutto per liberare grandi rifiuti galleggianti o sospesi: capelli, insetti, foglie, polline... Uno scarico di fondo consente un filtraggio dell'acqua in profondità. ill'acqua così raccolta viene inviata attraverso una pompa alla zona di purificazione.

L'area di purificazione e le sue piante acquatiche

L'area di trattamento deve generalmente avere un area almeno uguale a quella della zona di balneazione (eccetto accordi speciali per risparmiare spazio). La sua profondità non dovrebbe essere troppo importante (massimo 50 cm). il piante acquatiche e semi-acquatiche sono installati su un letto di Substrato tipo Pozzolan (senza suolo o suolo), che funge da ancora per le radici e che ospita il microrganismi benefici (in particolare i batteri), che consumano i rifiuti organici e li rigettano sotto forma di nutrienti assimilabili dalle piante. Piccoli crostacei (Daphnia, gamberi d'acqua dolce, aselles) e di insetti (coleotteri, insetti acqua, libellule...) contribuiscono all'assimilazione dei rifiuti e il ciclo azoto e fosforo. Si noti che questi insetti possono anche liberare l'area di indesiderate (larve di zanzara).

Una terza zona, facoltativa, chiamata rigenerazione, può essere aggiunto: permette di riossigenare l'acquaper esempio grazie a a cascata. La sua profondità è bassa: 40-50 cm sono sufficienti.

La scelta delle piante acquatiche, un punto essenziale

La scelta delle piante acquatiche nell'area di trattamento non dovrebbe essere presa alla leggera. Efficienza in termini di assimilazione dei rifiuti, fabbisogno di sole, profondità ottimale di impianto, adattamento al clima, altezza delle piante, densità di impianto, come molti criteri da prendere in considerazione, pena un'efficienza insufficiente, e quindi un acqua sporca, torbida, con sviluppo di batteri patogeni. Non esitate a chiedere consiglio ad un professionista.

Vincoli e manutenzione di una piscina naturale

Una piscina naturale ha alcuni svantaggi: a costo di creazione significativamente più elevato di una piscina classica (conta tra 20.000 e 40.000 €), a area richiesta più importante (che rende difficile immaginare in un piccolo giardino), il necessario convivenza di bagnanti con alcuni insetti e piante, evaporazione significativa (soprattutto a causa della zona di purificazione) e a circa 4 mesi tra la creazione della piscina e il primo bagno (è necessario attendere che l'ecosistema si equilibri).

Una volta che l'ecosistema è equilibrato, la manutenzione è inferiore a quella di una piscina tradizionale. Basta svuotati regolarmente i filtri e cesti di recupero messi a skimmer e tappi, raccogliendo i rifiuti grande scoop galleggiante (soprattutto quando le foglie cadono dagli alberi), rifilatura piante acquatiche, occasionalmente pulire il fondo e i bordi dell'area di balneazione, monitorare l'evaporazione e il surriscaldamento in estate (l'acqua non deve superare i 25-28° C per prevenire lo sviluppo di agenti patogeni). Certo, una piscina ecologica rimane in acqua tutto l'anno.

Sapere

È possibile aggiungere uno sterilizzatore UVc alla pianta per distruggere gli agenti patogeni, nonché un sistema di riscaldamento dell'acqua (elettrico o solare).

Leggi anche: Impianti per la sostituzione di impianti di trattamento delle acque reflue

Piscine ecologiche: acqua

Piscina ecologica

Piscine ecologiche: piante

Piscina naturale in una residenza

Piscine ecologiche: acqua

Balneazione naturale

Piscine ecologiche: piante

Lago biotopo di Combloux: una piscina ecologica

Articoli Correlati Video: Piscina naturale autocostruita.


Articoli Consigliati
  • Buoni gesti per tagliare le siepi

    Tagliare una siepe richiede un po 'di abilità. Alcune semplici regole da rispettare ti permetteranno di ottenere un buon risultato, in totale sicurezza.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 14468 +Video
  • Posso scaricare le ceneri di una stufa nel mio giardino?

    Domande di giardinaggio su posso versare nel mio giardino le ceneri di legna di una stufa? Gli esperti del giardino di EsdemGarden vi rispondonoUlteriormente

    Visualizzazioni: 18381 +Video
  • Platanaceae / Platanaceae

    Le platanaceae sono una famiglia di piante dicotiledoni che comprende una decina di specie del genere platanus. Sono grandi alberi decidui, zone temperate del nord america, europa sud-orientale e estremo oriente.Ulteriormente

    Visualizzazioni: 1321 +Video
  • In quale terreno coltivate piccole banane?

    Domande di giardinaggio su quale terreno coltivare il piccolo banano? Gli esperti del giardino di EsdemGarden vi rispondonoUlteriormente

    Visualizzazioni: 4738 +Video
  • Una caduta in forma con oli essenziali

    In che modo gli oli essenziali possono aiutarti a cadere bene: fegato, morale, difese immunitarie, capelli... Le punte di un aromaterapeuta...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 5955 +Video
  • Volvarian di seta, fungo dell'albero

    All'inizio questo fungo può essere sconcertante, si sviluppa sui tronchi, passa dall'uovo a un bellissimo fungo. Per scoprire!Ulteriormente

    Visualizzazioni: 6788 +Video
  • Settembre al giardino interno

    Torna dalle vacanze verifica che le tue piante non abbiano sofferto di mancanza di acqua e luce. Se questo è il caso, riempire la vasca con acqua a temperatura ambiente e lasciare la base dei vasi immersi per mezza giornata, fino a quando la miscela è satura di acqua...Ulteriormente

    Visualizzazioni: 18886 +Video
  • Possiamo restituire i gerani in una cantina senza luce?
  • Maggio al giardino interno
  • Fai di nuovo fiorire una glicina
  • Come trattare contro l'ulcera?
  • Come fiorire il tuo prato: le varietà giuste
  • Come sbarazzarsi dei cardi senza usare erbicidi?
  • Con quale prodotto possiamo sostituire il rotenone?
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento