Dracæna, albero del drago


Dracæna, albero del drago

In Questo Articolo:

Diverse specie autoctone dell'Africa tropicale e del Madagascar realizzano robuste piante da appartamento caratterizzate da tronchi e ciuffi di lunghe foglie verdi o variegate con bianco, crema o rosso.

Dracæna, albero del drago

Foglio di cultura

esposizione: luce intensa senza sole diretto in estate
temperatura: 15-25° C
terreno: ordinario
irrigazione: Una volta alla settimana in estate, ogni 8 a 10 giorni in inverno
altezza: fino a 1,5 m

varietà

Dracaena marginata Tricolore

È certamente la dracaena più facile da coltivare. Le sue belle foglie ad arco sono rivestite di rosa e crema.

Dracaena deremensis Warneckei

Questa dracaena ha foglie abbastanza larghe e appuntite, di colore verde scuro striato di bianco.

Dracaena fragrans

Foglie larghe oblunghe lunghe, foglie verde brillante a strisce bianche, crema o giallo-verdi.

cultura

Le dracaenas, in particolare le forme variegate, chiedono tutto l'anno una luce intensa, ma senza sole diretto in estate.

Se le foglie della dracaena sono danneggiate, o se trovi lo stelo troppo rigido, taglia. Taglia il gambo su una bella foglia o anche sotto le foglie, e si diramerà.

Come innaffiarlo?

Solo acqua quando il terreno è asciutto per diversi centimetri. Ridurre l'irrigazione di nuovo in inverno se si mantiene la pianta fresca.

In estate, non esitare a aggiungere fertilizzante liquido ogni 15 giorni.

Virtù De-inquinanti

Gli alberi dei draghi assorbono benzene, xilene, clorocrilene e altri inquinanti in proporzioni variabili a seconda della specie. In tal modo:

  • Dracaena deremensis deplora principalmente benzene e toluene,
  • Dracaena fragrans (e più in particolare le varietà "Janeth Craig" e "Massangeana") assorbe formaldeide e
  • Dracaena marginata elimina efficacemente xilene.

Il consiglio di Gardener

Dracaena marginata è il più sobrio. Richiede solo un'irrigazione parsimoniosa e si accontenta facilmente di un'atmosfera calda e secca. Assicura agli altri un'atmosfera leggermente più umida mettendo la loro pentola su un letto di pietrisco bagnato. Fai degli spruzzi di acqua calda.

da
il testo: Michel BEAUVAIS
il testo: Guylaine GOULFIER

Articoli Correlati Video: Icod de los Vinos, la città dell’albero del drago.


Articoli Consigliati
  • Possiamo ripiantare le patate con la scabbia?
  • Come asciugare melissa, ortica e equiseto.
  • Si può usare acqua di cottura vegetale per annaffiare le piante?
  • Successione: tutto è questione di grado
  • Cancello e recinto: assicurati il ​​bordo della tua casa
  • OGM: fine della moratoria sul mais MON810
  • I mille e uno benefici della calamità sul tuo benessere
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento