Cardon

Il cardo è un ortaggio autunnale e invernale, comunemente consumato alla fine dell'anno in alcune regioni. Tuttavia, rimane sconosciuto: questo vecchio ortaggio merita di essere riscoperto!

Cardon

In Questo Articolo:

Tra barbabietola e carciofo

Cardons of Algiers

Il cardone, Cynara cardunculus, è una verdura coltivata, come la bietola, per le sue costole o "carde" carnose (che sono piccioli fogliari), bianco crema. Il cardo appartiene alla famiglia delle Asteraceae (o Composti), e ha foglie verdi molto lunghe leggermente argentate, molto tagliate, spinose per alcune varietà, e ampio picciolo e carnoso (che è la parte consumata). Perenne nella sua regione di origine, vale a dire il bacino del Mediterraneo, è coltivato come annuale o biennale nei nostri climi. Il cardo è un parente stretto del carciofo (i due impianti hanno lo stesso antenato comune, il cardo selvatico): ha il sapore di questo rapporto, e, come il carciofo, cardo produce infiorescenze teste che, anche se piccolo dimensione, sono commestibili.

Origine e storia

Cardon - Foglie

Il cardo ha origini mediterranee (bacino del Mediterraneo, Nord Africa, Cipro, Turchia). Era già coltivato dai Romani, che lo introdussero nel sud della Francia e nella regione di Lione. Fu largamente consumato in Francia fino alla metà del diciannovesimo secolo, prima di cadere un po 'nel dimenticatoio. Resta comunque una specialità gastronomica della regione di Lione, dove si perpetua la sua cultura, in particolare a Vaulx-in-Velin. Viene coltivato anche in Savoia (nelle zone di pianura) e in Svizzera (Cardon de Plainpalais cresciuto nei pressi di Ginevra ha un COA), in Spagna e in Italia.

Vantaggi nutrizionali

Il cardon ha un apporto calorico molto basso: solo 13 kcal e poco più di 2 g di carboidrati per 100 g. Leggero, quindi, ma non solo: questo vegetale offre anche buoni livelli di minerali (soprattutto di potassio e calcio), nonché vitamina B9 e fibre (2 g per 100 g).

Acquisto, conservazione, preparazione

Cardoni cucinati

Scegli fermi, bianchi, cardini a coste senza macchie o segni di appassimento. Consumali rapidamente dopo l'acquisto
La preparazione è simile a quella delle costole di barbabietola: tagliare le foglie, rimuovere il più grande del "figlio", vale a dire la guaina fibrosa che circonda i pezioli, e rimuovere eventuali aculei. Tagliare le costole a pezzi e immergerle gradualmente in acqua di limone, per evitare la loro ossidazione (che causa la doratura).
Quindi cuocili in acqua bollente salata e limone, per ammorbidirli. Cardi sono poi pronti per essere alloggiati: mescolate patatine fritte, biscotti, gratinato (con cavo, secondo la ricetta Lyon) fritto, aggiunti a una frittata, besciamella, zuppa e zuppa, o freddo, in vinaigrette...

Alcune varietà interessanti

  • 'Completamente bianco disarmato' (senza spine)
  • 'Vaulx-en-Velin verde'
  • "Spinoso di Tours"
  • "Palissandro d'argento coperto di spine"
  • 'Red of Algiers'

Articoli Correlati Video: Faites entrer l'accusé - La folle cavale de Lionel Cardon.


Articoli Consigliati
  • Perché il mio cactus di Natale sbocciava rosa pallido, quando era una bella rosa porpora?
  • Osage è un frutto d'arancia commestibile?
  • Un giardino di bellezza, piante per prendersi cura di sé
  • Come e quando trattare la miscela bordolese?
  • Pera
  • Come conservare le piante di pomodoro dalla muffa?
  • I consigli su
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento
La Maggior Parte Degli Articoli Commentati