Azalea 'Gibilterra'


Azalea 'Gibilterra'

In Questo Articolo:

L'azalea di Gibilterra proviene da molte croci; tra i genitori sono le Azalee di Gand, Mollis, Occidental e Pontica.

Azalea 'Gibilterra'

Foglio di cultura

Nome latino: Rododendro 'Gibilterra'
famiglia: Ericaceae.
dimensioni: nelle migliori condizioni di crescita, questa varietà raggiunge 1,50 m di altezza e altrettanti di diametro.
piantare: le piante vengono consegnate in zolle o in contenitori. In entrambi i casi, rispettare il livello del collo senza danneggiare i tronchi al momento della semina. Per uno sviluppo armonioso, mantenere un intervallo di 80 cm a 1 m, un piede per metro quadrato.
crescita è veloce, le piante raggiungeranno la loro dimensione adulta in cinque o sei anni.
aspetto Il porto generale è quello di un arbusto a forma di cespuglio di medie dimensioni; il fogliame è obsoleto. In primavera, le foglie hanno una tonalità di bronzo e quindi di colore verde medio e si adornano di bellissimi colori in autunno. Il legno è scuro, quasi nero.
fioritura Interviene in aprile-maggio dopo le ultime gelate. I fiori sono raggruppati in gruppi densi con boccioli di colore arancione scuro, quasi rossi. Dopo la schiusa, i fiori inodori sono di colore arancione brillante con un cuore giallo e petali ricci. Rimuovere i capolini non appena la fioritura è finita.
terra: è una pianta di erica. È essenziale piantarlo in un terreno acido, leggero e fresco.
esposizione: coltiva questa varietà sia al sole che all'ombra parziale. Per una fioritura ideale, preferisci il sole.
clima: questo rododendro resiste al freddo, cresce nella maggior parte dei giardini francesi, tranne in quota.
resistenza: guarda i suoi soliti parassiti: cicaline, otorinchi, mosche bianche. La putrefazione delle radici, la pestalozzia e la ruggine sono malattie da temere.

informazioni

È in Inghilterra, all'interno dei vivai di Knap Hill ed Exbury che sono stati ottenuti bellissimi ibridi intorno al 1945-1950. La Nuova Zelanda produce anche un buon numero di varietà. Oggi il ritmo delle creazioni è rallentato, ma ogni anno vede molte novità. Le prime azalee decadali apparvero nella prima metà del diciannovesimo secolo. Le azalee sono ora unite nel genere botanico dei rododendri.

Specie e varietà

Sono particolarmente numerosi, incontrerete comunemente l'ibrido "Daviesii", una varietà gialla macchiata di giallo, fragrante, che fiorisce in aprile-maggio. 'Beginner', con grandi fiori rosa fucsia con gola gialla, fiorisce in aprile-maggio. 'Royal Command', un bel colore rosso vermiglio con gola giallo aranciato, fiori tra aprile e giugno a seconda del clima. 'Golden Sunset' ha grandi fiori giallo pallido, incrociati con giallo zolfo con una brillante macchia arancione. Fiorisce da aprile a giugno a seconda delle condizioni meteorologiche.

Associazioni e usi

Gli usi sono molteplici, dal soggetto isolato ai grandi massicci dei parchi inglesi passando per i giardini rocciosi, le azalee decadali si adattano a tutti i giardini con terreno acido. La cultura del piatto è anche possibile ma è piuttosto restrittiva. I loro colori spesso brillanti rendono possibile illuminare i massicci. Fai attenzione però alle associazioni pericolose!

cultura

Il terreno deve essere sia acido, leggero, ricco di humus e drenato. Migliora portando torba, terriccio, sabbia di fiume. Se il tuo terreno è calcareo, è meglio installare piante più adatte. La varietà 'Gibilterra' supporta perfettamente i luoghi soleggiati; è lì che sarà la più bella. Preferisco la semina autunnale, più adatta alla fioritura.

manutenzione

Le azalee non richiedono dimensioni regolari. È sufficiente rimuovere i rami malati o danneggiati sui soggetti anziani. Portare ogni anno un fertilizzante speciale di terra di erica, spargendolo ampiamente sotto l'arbusto. Rimuovere i fiori appassiti a mano per evitare di ferire i germogli. I grandi arbusti possono essere trapiantati senza troppe difficoltà a causa della scarsa importanza del sistema radicale.

moltiplicazione

Non è facile per i dilettanti. Le azalee decidue si moltiplicano per innesto o stratificazione. Quest'ultima tecnica è la più pratica. Piegare un ramo dalla base al terreno e seppellire una parte di esso dopo aver praticato un'incisione per promuovere l'apparizione di nuove radici. Fissare a terra e tenere l'estremità dritta con un guardiano. La marcotte sarà svezzata dopo un anno e mezzo o due anni.

Articoli Correlati Video: Adriano Visconti - ME 163 Komet - 10.


Articoli Consigliati
  • Le foglie gialle dei miei ciliegi allori si congelarono. Dovremmo inciderli?
  • Dovremmo tagliare le rose golose?
  • Possiamo coltivare un'ortensia ai piedi di una parete esposta al sole?
  • Come eliminare la mosca dall'olivo?
  • Quali sono i fiori da installare per le piantatrici primaverili?
  • Come ringiovanire una vecchia rosa rampicante che cresce anarchicamente?
  • Possiamo usare trucioli di abete come pacciamatura?
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento