André Le Nôtre, il genio dei giardini


André Le Nôtre, il genio dei giardini

In Questo Articolo:

L'anno 2013 è il 400° anniversario della nascita di André Le Nôtre, che concepì per Luigi XIV l'ambiente sontuoso della Reggia di Versailles. Visita nei suoi giardini.

Molte feste renderanno omaggio nel 2013 ad andré Le Nôtre, e in particolare a Versailles -.C Mileto

Immagina il capo di Luigi XIV quando scoprì, il 17 agosto 1661, i giardini del castello di Vaux-le-Vicomte costruiti per Nicolas Fouquet, Sovrintendente alle Finanze. Meravigliato, il sovrano riconosce immediatamente l'aspetto innovativo degli arrangiamenti di André Le Nôtre. Il sovrano conosce bene i giardini francesi, esistono già da un secolo. Ispirati ai giardini del Rinascimento italiano, sono caratterizzati dal loro aspetto simmetrico, l'onnipresenza di grandi sentieri e terrazze, l'uso di aiuole, giochi d'acqua, grotte...

Calcoli appreso

Giardini di Vaux le Vicomte - © Milochau / Vaux le Vicomte

L'arte del giardino francese, André Le Nôtre, lo porterà alla perfezione a Vaux-le Vicomte. Per questo usa la conoscenza del suo tempo: Descartes e le sue leggi ottiche del 1637, Galileo e le sue tecniche di osservazione, l'invenzione del goniometro e il graphometro per calcolare gli angoli... Le Nôtre inizia progettando il parco allo stesso tempo che la casa, ha abolito le pareti del giardino per ingrandire lo spazio. Qui, l'uomo domestico la natura. Inoltre distorce la simmetria per accentuare la prospettiva. Le piscine sono più grandi e più grandi quando ci si allontana dal castello: il bacino quadrato è otto volte più grande della Rond d'eau. L'obiettivo? Dare l'impressione che il parco non è così lontano. C'è ancora 3 km di lunghezza e 1,5 km di larghezza.
Allo stesso modo, rompe la simmetria grazie a tre assi trasversali, corridoi e canali, portando dinamismo al suo lavoro. Infine, gioca sulla posizione e l'altezza delle terrazze per offrire una scoperta progressiva dei giardini. Dal fondo del parco, al contrario, l'edificio sembra maestoso. Come un pittore, fissa l'occhio con l'aiuto di aiuole, giochi d'acqua e statue. Il nostro ci accompagna attraverso tutti i suoi effetti ottici. Luigi XIV reagì come il re che è: arrestò il Sovrintendente alle Finanze e prese Le Nôtre al suo servizio per rendere i giardini di Versailles i più belli del mondo. André Le Nôtre è il suo per sempre!

Un compleanno ben celebrato

Pierre-André Lablaude - D.R. Versailles

"L'eredità di André Le Nôtre è molto importante. Dobbiamo assolutamente preservare questo patrimonio! Ha segnato la nostra cultura in molti modi. I giardini francesi sono diffusi in tutta Europa dal XVIII secolo a San Pietroburgo. Fanno parte della nostra storia, come cattedrali o dipinti di maestri. E questi non sono solo spazi verdi. Incarnano una visione del mondo, una concezione del rapporto tra uomo e natura. André Le Nôtre contrasta l'ordine e la bellezza del giardino con una natura selvaggia e pericolosa. Questo è meno noto, ma André Le Nôtre ha lasciato il segno nell'organizzazione stessa dell'Île-de-France. Ha disegnato gli Champs-Élysées o Place de l'Étoile, per esempio. La città di Raincy (93) è anche costruita sulla cornice dei vecchi giardini. Alcuni di questi grandi vicoli sono addirittura diventati autostrade, penso a parte dell'A86. Originariamente dovevamo festeggiare il 300° anniversario della sua morte nel 2000, ma la tempesta del dicembre 1999 ci ha costretti a cambiare idea. L'anniversario della sua nascita ci offre un'altra opportunità per far conoscere questo grande uomo e il suo lavoro. "

Il personaggio

Statua di André Le Nôtre - D.R. Versailles

Un "uomo". Figlio e nipote di giardinieri, André Le Nôtre è nato il 12 marzo 1613 a Parigi. Dopo aver studiato pittura, divenne, a 22 anni, il giardiniere di Gaston d'Orléans, fratello di Luigi XIII. Dal 1662, Le Nôtre lavorò per il re di Versailles, senza dubbio il suo lavoro migliore. Unto nel 1675, incise sul suo stemma 3 lumache. Nel 1693 si ritirò da sua moglie, Francoise, e dai suoi nipoti, adottati dopo la morte dei loro tre figli. Nel 1700, l'uomo che la corte soprannominò "l'uomo buono Le Nôtre" lasciò in eredità a Luigi XIV una preziosa collezione di dipinti di maestri. Cortigiano anche nella morte.
Da leggere anche nella nostra cartella Versailles:
- Novità nei giardini di Versailles
- Una foglia d'oro per un tallone di vetro
- Versailles, il primo giardino contemporaneo dopo la partenza di Maria Antonietta

Articoli Correlati Video: Versailles – Giardini – Parigi – Audioguida – MyWoWo Travel App.


Articoli Consigliati
  • A cosa servono gli aratri?
  • Perché la lattuga di agnello è soffice?
  • Il concime di ortica dura da un anno all'altro?
  • Possiamo innestare un giovane noce con dentro delle noci nere?
  • Cos'è un vegetale dimenticato?
  • I consigli su
  • Con cosa spolverare le foglie di una saintpaulia?
I Più Visitati Della Categoria
Aggiungi Un Commento